Accesso ai servizi

Gaetano PUGNANI

Gaetano PUGNANI


Nato a Torino il 27 novembre 1731, ivi morto il 15 luglio 1798. Violinista e compositore.
Studiò violino con Tommaso Gelosio a Cumiana, paese d’origine della sua famiglia, ove trascorse buona parte della sua infanzia. A dieci anni suonava già nell’orchestra del Teatro Regio di Torino, quando direttore e primo violino era G.B.Somis. Assunto alla corte di Torino, fu inviato, su consiglio di Somis e di G.A.Giay, a Roma, dove fu allievo di composizione di V.L. Ciampi e dove compose quattro concerti a tre e otto sonate per violino e basso continuo. Tornato nel 1750 a Torino, nel 1754 suonò a Parigi un concerto di sua composizione riscontrando un notevole successo. Poi si recò in Russia e a Londra dove, nel 1769, andò in scena la sua prima opera: “Nanetta e Lubino”; alla quale seguirono, fra le altre: “Adone e Venere” (1784) e “Demetrio a Rodi”, che venne rappresentata a Torino nel 1789. Nel 1770 acquisì inoltre il titolo di “primo violino di camera e di cappella” del re di Sardegna e direttore dell’orchestra del Regio. Pugnani deve la sua fama soprattutto alle composizioni violinistiche e strumentali. Non fu soltanto un grande virtuoso di violino ma verso i quarant’anni cominciò ad interessarsi al teatro in musica, mentre i suoi quartetti e quintetti sono la testimonianza di una mente aperta che andava dal contrappunto al presentimento del Romanticismo come precursore.